L’importanza dei ricordi   Leave a comment

C’è chi dice che esiste solo il presente che non bisogna guardare indietro, sono convinta che i ricordi belli o brutti non vadano cancellati. Sono il nostro bagaglio, senza di essi non avremmo memoria, ci hanno insegnato  a vivere ed anche le sofferenze sono state utili per poter vedere l’aspetto positivo delle cose.

Per me i ricordi sono: nostalgia, sensi di colpa, malinconia, amore, sentimenti che a volte fanno soffrire, ma se non ci fosse nulla di tutto ciò ci sarebbe il vuoto e niente avrebbe senso. Certo io sono nata in un epoca dove ascoltavamo di più i nostri genitori o nonni, i loro discorsi ci rimanevano impressi nella memoria, ci raccontavano le  loro esperienze di vita, il loro drammi ma soprattutto le cose belle, romanzate e amplificate.

Ora non è più così, i giovani sono distratti da altre cose, tipo i telefonini, internet, facebook  ed altro, tutto è ammesso e giustificato. La storia e il passato non sono esempi da seguire ma senza la storia non c’è futuro.

Ai miei figli e alla mia nipotina ho cercato di insegnare le cose che avevo imparato dai miei genitori, spero tanto che abbiano recepito qualcosa.

 

Sono contenta di aver avuto l’opportunità di scrivere di questo argomento aderendo ad un corso intitolato: Il romanzo di una vita. A principio ero titubante, non mi andava di scrivere o raccontare le mie cose , poi mi sono detta : ma sì! Mettiti in gioco, sii coraggiosa e così è stato!

Ho iniziato a scrivere e l’ho trovato più facile di quanto pensassi, i ricordi sono venuti a galla man mano che procedevo. Certe cose che pensavo sopite sono riaffiorate, come se una forza interiore avesse voluto darmi una mano a descriverle. È stato bello anche confrontarsi con gli altri e parlare dei propri problemi e le sofferenze che la vita ci riserva.

Sono orgogliosa di essere riuscita a tirare giù due righe, esco arricchita da questo corso, è stata un occasione di quelle che solo ogni tanto capitano nella vita. Quelle evocazioni sono la nostalgia che si ha delle cose liete che sono state e che, rappresentano le vicende più belle della nostra vita…”soffi” che accarezzano l’anima.

Finora  ho raccontato solo storie belle; rammentando quegli episodi e metterli per iscritto è stato emozionante come averli rivissuti.

Per quanto riguarda i ricordi meno belli si tende ad accantonarli, a rimuoverli per non soffrire, ma arriva sempre inopportuno il momento quando bussano senza preavviso, come a volerci ricordare che bisognerebbe fare i conti anche con loro e sarebbe ora di raccontarne la storia.

E’ una voce insistente, come un tarlo che scava nel profondo, che sia giunta l’ora di rompere ogni indugio e vuotare il sacco?

Annunci

Pubblicato 21 novembre 2011 da Anna Maria Berni in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: