ELIA   4 comments

EliaCosì ce l’hai fatta a venire al mondo eh! Benvenuto tra noi piccolino!!!

Solo stamattina quando sei nato, abbiamo saputo il tuo nome. I tuoi genitori hanno voluto farci una sorpresa.

Devo dire che ci sono riusciti, quando l’infermiera ti ha portato fuori dalla sala operatoria dentro l’incubatrice e ti ha presentato come: Elia!

Io e i tuoi nonni materni Paola e Artemio, all’istante siamo rimasti un po’ interdetti, soprattutto il tuo nonno, lì per lì ha pensato che non eri tu il nipotino, perché gli sembrava un nome femminile, però si è ripreso subito dicendo che Elia è un nome originale e che, anche il suo nome “Artemio” è inusuale.

Ci siamo ripigliati subito dallo sbandamento ed abbiamo incominciato ad osservarti. Ti abbiamo fatto una lastra completa e unanimi  abbiamo convenuto che eri proprio carino, avevi tutte le tue cosine a modo! Insomma i tuoi genitori nove mesi fa, quando ti misero in cantiere fecero le cose per bene!

Anche il nome Elia è bello sai, pensa: Elia è il profeta del Dio vivente. Il nome stesso significa: JHWH <è Dio>. E’ uno dei più grandi uomini dell’antico testamento. Il suo simbolo è il fuoco. Infatti lascerà la terra rapito da un carro di fuoco trainato da cavalli di fuoco, che lo porteranno ad elevarsi in cielo quasi in ascensione.

Hai visto che nome importante ti hanno “affibbiato!!!

Caro Elia, la tua nonna Annamaria ti dà il benvenuto augurandoti di trovarti bene in questo misterioso, bello, tremendo, affascinante, pazzo,  mondo!  La tua partenza è ottima, hai due genitori che ti hanno desiderato tanto e oggi li  hai resi felicissimi, erano raggianti.

Sei fortunato, perché non ti mancherà l’amore e questo sentimento è la cosa più importante che esiste!

Con tanto affetto la tua nonna!

Annunci

Pubblicato 6 marzo 2014 da Anna Maria Berni in Uncategorized

4 risposte a “ELIA

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Elia: “il mio Dio è l’Eterno”. E’ stato uno dei più grandi profeti benedetto dal Signore. Benvenuto Elia, che il Signore sia con te tutti i giorni della tua vita, sia il tuo compagno e la tua guida.

  2. Con la mia poesia dialettale “La cicogna ha pres’ ‘l vol’ ” avevo concluso …
    … quant’ nasč ’ ‘n fiol’
    è ‘na gioia infinita;
    n’armanni mai da sol’,
    e dà ‘n sens’ ma la vita.
    Mi perdonerai se non riesci a capire tutte le parole dialettali, ma a proposito del senso della vita, penso che quello che ho voluto dire sia facilmente traducibile.

    Franco Patonico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: